it en es

SARDEGNA ROSSOBLU

L'identità culturale del popolo sardo come bene primario da valorizzare e promuovere.

Trapianto staminali a Valencia grazie a famiglia sarda

Operazione riuscita su spagnolo con leucemia mieloide acuta

04/03/2021 09:59
Descrizione
 
Commenti
 

Un trapianto di cellule staminali è stato effettuato a Valencia per un paziente spagnolo affetto da leucemia mieloide acuta utilizzando il sangue cordonale donato da una famiglia sarda. L'intervento - comunicano i medici spagnoli - è riuscito perfettamente e non ci sono state complicazioni. Operazione riuscita grazie alla collaborazione tra la Banca del Sangue Cordonale dell'Arnas Brotzu di Cagliari e il Centro Trapianti di Valencia. La procedura è stata portata a termine con successo nonostante le difficoltà legate all'emergenza Covid.

In particolare per la necessità di far coincidere i tempi di spedizione e consegna delle cellule staminali vista i problemi nei collegamenti aerei internazionali. Il sangue cordonale è un prodotto ricco di cellule staminali emopoietiche e rappresenta una realtà terapeutica ormai consolidata per il trattamento di pazienti, soprattutto pediatrici, affetti da diverse patologie del sangue curabili con il trapianto. La Banca del Sangue Cordonale di Cagliari, unica in Sardegna, fa parte, con altre 17 banche dislocate nel territorio nazionale, della rete delle Banche di Sangue Cordonale Italiane (ITCBN), coordina l'attività di raccolta nei punti nascita accreditati della Sardegna rendendo possibile la donazione del sangue da cordone ombelicale.

Le donazioni possono essere prelevate solo in Centri raccolta accreditati. Al momento nel centro di Cagliari sono conservate oltre 380 unità di sangue cordonale altamente qualificate, immediatamente disponibili ai fini trapiantologici, equamente divise tra "allogeniche" ossia a disposizione di qualsiasi paziente che ne abbia bisogno in tutto il mondo e "dedicate" (riservate alla famiglia perché presenti malattie genetiche, ematologiche e immunologiche potenzialmente curabili col trapianto ). La Banca del Sangue Cordonale, unità operativa trasfusionale diretta da Mauro Carta e gestita dal Brotzu con sede nel presidio ospedaliero Binaghi, anche in questa fase di emergenza è sempre operativa e l'attività di arruolamento delle coppie donatrici non si è mai interrotta.